Francesco Romoli nasce a Bevagna  (PG) il 5/4/1945 trascorrendo la prima infanzia con i nonni paterni in quella terra Umbra dolce e gentile. Si trasferisce nelle Marche ancora giovane frequentando poi la “Scuola D’Arte” di Pesaro Ferruccio Mengaroni nella sezione Ceramica. Si diploma Maestro D’Arte nel 1963 e frequentando gli amici  pittori del gruppo Camaleonte di Pesaro, si propone già con buone capacità pittoriche esponendo nella “Gavardiana”, prima manifestazione artistica pesarese del 1963. Partecipa a numerose mostre collettive e personali conseguendo premi e segnalazioni. Negli anni giovanili affronta varie esperienze lavorative esplorando il mondo della tecnica di restauro di dipinti, alla tipografia, alla grafica pubblicitaria e collabora come designer per l’industria e l’arredamento. Inizia così lo sviluppo di un laboratorio attrezzato per l’Architettura e Modellistica collaborando con Studi e Architetti di tutto il paese. Il percorso dell’insegnamento in vari Istituti D’Arte, che esercita con impegno e dedizione, non gli permette di dedicasi completamente alla pittura e scultura, forme di espressione a lui congeniali, e che peraltro non ha mai trascurato, ma che forse, grazie a questa esclusione dalla “mischia”, Romoli si propone con raffinata maestria e capacità operative, dando voce a tutte le sue potenzialità espressive con rigore e poesia. 

La figlia Valentina scrive:”Mio padre, Francesco Romoli, può ben definirsi “l’ultimo Romantico”. Nella sua Pittura, tecnica e maestria si accompagnano ad una poetica romantica e intensa. E’ fatta di pennellate dense, corpose, scelte con cura che seguono il ritmo lento del pensiero ed hanno il sapore dei paesaggi del 500, dei sereni orizzonti Raffaelleschi, il tutto pervaso da una modernità che però non lascia mai delusi. Luci, ombre ed una vasta gamma cromatica sono modulati con la tecnica e la sapienza delle antiche accademie artistiche, creando armonie, contrasti e scorci che rivelano tutta la sapienza grafica dell’artista. Capace di spaziare dalle nature morte alle composizioni astratte, non viene mai a mancare quella lucida visione delle cose, del loro rapporto con la luce, con lo spazio che le accoglie e la loro armonia, fatta di accordi morbidi e toni brillanti. Stupisce vedere con quanta facilità unisca tecniche e colori differenti nella stessa composizione, in un gioco di simbologie, sapori agresti e ricordi lontani. Ogni tela è una finestra che spalanca una poesia fatta di tonalità, di un amore profondo per la pittura e per tutte le forme che l’Arte può assumere, rivelando una creatività, una fantasia e una poetica davvero rare per il nostro tempo”.

Ha partecipato a numerose manifestazioni artistiche e mostre personali iniziata fin dal 1963; le più recenti sono: Mostra Personale Palazzo Gradari Pesaro 2007.- Personale Galleria Art65 2011.- Personale Via Visiale Spoleto 2014,- Meeting ArtEXPO  Spoleto 2014,- 13° GRAN PREMIO INTERNAZIONALE DELL’ARTE  Presso ISTITUTO ITALIANO A STOCCARDA Novembre 2014, -Artisti internazionali al Complesso Monumentale del Teatro dei Dioscuri al Quirinale ROMA 2015,- Personale alla Galleria “IL COLLEZIONISTA” Roma 2015.- ARTE CONTEMPORANEA IN VATICANO 2015 Roma.-GAVARDIANA 2015 Pesaro- TRIENNALE dell’ARTE Contemporanea VERONA 2016.-Conventino di Monteciccardo PS. Le sue opere figurano in numerose collezioni pubbliche private. Vive e lavora  a Pesaro.

Newsletter

A: Via del Canarino, 11 Pesaro, PU, Italy

T: + 39 3200361745

E: francesco.romoli45@gmail.com

W: www.francescoromoli.com